Stoccolma – Mini Guida e Consigli Pratici

47af5e66c57b6779b5fdbb63c74474dd

Ahh Stoccolma… Meta sognata ed amata e ora nel cassetto dei ricordi, quelli belli, perchè come ho già detto, questa città è stata il perfetto sfondo eclettico di un’esperienza unica.

La città è viva, romantica e personalmente l’ho trovata anche un po’ malinconica. Mi sono immaginata a camminare su una delle strade che costeggiano il mare avvolta in un maglione caldo a pensare dei tempi andati, sola ma in compagnia dei colori delle case e delle barche.
Le città di mare hanno questo potere, non trovate? O forse guardo troppi film.

Ma bando alle ciance mielose, cominciamo ad essere pratici.

COME ARRIVARE

La città è servita da due aeroporti, Arlanda, quello principale, è collegato al centro dai BusFlygbussarna è la compagnia – con partenze ogni 10 minuti e 40 minuti di percorrenza per raggiungere City Terminalen – costo circa 198 SEK per A/R ( più o meno 20 Euro ) e da un treno super veloce, l’Arlanda Express, partenze anche qui ogni 10 minuti, tempo di percorrenza 15 minuti fino a Central Station, ma prezzi più elevati, 510 SEK per A/R( più o meno 50 Euro ). E’ importante sapere che se comprate il biglietto in “comitiva” fino a quattro persone i prezzi scendono drasticamente: se acquistate per esempio 4 biglietti, spenderete in totale 15 Euro a testa a tratta – la promozione è valida solo su corsa semplice.
Quest’ultimo è stata la mia scelta, volevo arrivare presto in centro e devo dire cehe apparte il prezzo un tantino elevato, il servizio è ottimo, inutile dirlo, sembra di stare su una navicella spaziale!
Il secondo aeroporto è Skavsta, se avete in mente di viaggiare low cost, questo è quello in cui arriverete.
Rispetto ad Arlanda è più distante dal centro, è servito anche questo dai bus Flygbussarna e il biglietto per A/R costa circa 278 SEK ( circa 28 Euro ). Il tempo di percorrenza per arrivare a Central Station è di 80 minuti. Il trenino super veloce invece qui non c’è, sorry.

Info utile: I biglietti, sia per i Bus che per L’Arlanda Express si possono acquistare online, risparmierete qualcosina. In alternativa, arrivati in Aeroporto, troverete una serie di macchinette self service multilingue che vi permetteranno di acquistare i biglietti in meno di 5 minuti.

DOVE DORMIRE

Partiamo subito dal presupposto che dormire in un Hotel in Svezia è abbastanza oneroso.
Io ho soggiornato all’HTL, un Hotel bellissimo a 2 minuti a piedi da Central Station, moderno fino al midollo, vivace e movimentato, grazie al giardino privato in cui turisti e svedesi prendono un aperitivo o cenano seduti su dei divani o cuscinoni. Io avevo optato per una singola, la camera devo dire non era grandissima ma dotata di prese USB per ricaricare qualunque cosa, lampade futuristiche, e decine di appendi abiti sparsi per la stanza – l’armadio non c’è.
Se devo dare dei voti, darei alla struttura in generale, per posizione, pulizia e servizio un 9.
Nel servizio includo anche la colazione, sublime. Brioches di ogni tipo e sfornate ogni volta che ne mancavano, succhi di frutta freschi, smoothies, marmellate fatte in casa, yogurt, cereali, salumi, verdure, formaggi, frutta… E tutto predisposto perfettamente.
Breakfast at HTL, Tintipatravels

breakfast at HTL (2) - tintipatravels
Alla camera darei un 7: era una singola che credo fungesse anche da doppia, quindi lo spazio diventa un po’ tanto ridotto, soprattutto se si considera che non c’è armadio e si lasciano vestiti, valigie ecc in giro. Il letto era comodissimo,e il bagno grande e funzionale (si, il phon c’era).
Il costo medio a notte si aggira sui 100 Euro circa.

Un altro Hotel che mi sento di suggerire perchè sarebbe stata la mia scelta alternativa, è il Motel L, in Sodermalm. La zona è molto bella, quest’isola è il regno dei  negozietti e delle boutique vintage di Stoccolma ed è centrale. I prezzi sono leggermente più bassi rispetto al HTL, 70 Euro in media a notte. Sembra carino e le recensioni sono ottime.

Se invece volete spendere meno, optate per il City Backpacker Hostel, vicino alla stazione centrale.
Questo è la quint’essenza degli ostelli, dotato di ogni comfort e particolare nell’arredamento è dotato di una zona comune in cui si puo’ cucinare, navigare su internet e chiaccherare con altri viaggiatori.
Ci sono diverse tipologie di dormitorio, da più o meno persone e con prezzi differenti. Se scegliete la camerata da 12 letti il costo sarà di 24 Euro a notte, se invece scegliete il dormitorio femminile da 8 letti il costo sarà di 32 Euro a notte.

Se invece siete a caccia di qualcosa di particolare, allora il Rygerfjord Hostel fa per voi. Questo Hotel/Ostello è… una barca vera e propria! Ormeggiato nel cuore di Stoccolma è davvero una chicca per chi vuole dormire cullato dalle onde. I prezzi qui si aggirano sui 60 Euro a notte per la cabina basica con bagno in comune e vanno a salire a seconda della sistemazione che preferite.

E poi c’è l’immancabile AirBnb, il mio amatissimo AirBnb. Questo sito, ormai famosissimo ovunque nel mondo, permette di trovare sistemazioni in appartamento o in stanze di appartamenti e risparmiare un po’. Quello che penso sempre quando devo scegliere se andare in appartamento o in Hotel è che in appartamento ho il doppio (o il triplo o il quadruplo…. ) dello spazio che avrei in un Hotel di pari prezzo. Certo, non ho il lettino rifatto al mattino ne il cioccolatino sul cuscino, ma ho conosciuto chi mi ha ospitata e invece del cioccolatino mi ha indicato dove andare a mangiare i più buoni della città!

COSA FARE 

E’ necessario cominciare dicendo che 3 giorni, non bastano. La città offre tantissime attrazioni, luoghi e cose da fare che ci vorrebbero almeno 10 giorni per farle e vederle tutte. Quindi optate per una sana via di mezzo, una settimana secondo me potrebbe essere perfetta. 

Qui di seguito la mia lista di cose imperdibili:

  • GAMLA STAN 

Difficile non capitarci, questo è il fulcro di Stoccolma, la città vecchia. Come vi accorgerete di esserci? Beh, quando vi ritroverete a scattare fotografie alle casette colorate dalle della piazza principale – Stortorget –  O quando sarete invitati a fermarvi in uno dei tanti café all’aperto a bere una tazza di the e a mangiare una fetta di torta alla cannella (anche quando le temperature si abbassano, ogni bar ha le sue coperte che vi riscalderanno).
Questa zona è davvero molto caratteristica, come ogni parte “vecchia” delle città. Qui intorno troverete tantissimi ristoranti, bar e negozietti. A pochi passi c’è il Palazzo Reale, da visitare!

  • TUNNELBANA

La metropolitana di Stoccolma. “Embè” direte voi? Beh, questa è “l’attrazione” che più ho amato, un museo di arte moderna e contemporanea sottoterra vero e proprio. Il 90% delle stazioni sono state arricchite con opere di artisti: Neon, sculture, disegni, murales, troverete di tutto.

Stockholm Subway 1

tunelbana stockholm

  • FOTOGRAFISKA

Se siete amanti della fotografia, la visita a questo museo è un must. Si trova a Sodermalm, affacciato sul mare e dal quale si puo’ godere di una vista speciale della capitale. All’interno vengono ospitate diverse esibizioni e al secondo piano, già da alcuni anni, è possibile osservare gli scatti pazzeschi di Nick Brandt.
Suggerisco di fare un salto nella caffetteria all’ultimo piano, un vero gioiello. Da qui si puo’ osservare la città dall’alto attraverso le grandi vetrate e godersi una mezz’ora di relax sorseggiando qualcosa seduti su comodi divani in pelle.

  • SKANSEN

Un vero e proprio museo a cielo aperto grande 300.000 metri quadri. Skansen secondo me è il luogo ideale dove trascorrere la domenica.
E’ perfetto se volete immergervi in una “vecchia Svezia” in miniatura. Case e negozi tradizionali, fattorie, e guide vestite in abiti di un tempo vi porteranno indietro negli anni. Per completare la cartolina ci sono anche animali come orsi, lupi, renne ecc.
Insomma, come dicevo, questo è il luogo perfetto per trascorrere una giornata all’insegna del relax a contatto con la natura.
E per favore, fatevi guidare dal profumo di dolci e cannella e andate alla Bakery, assaggiate un dolcetto qualunque e vi sentirete in Paradiso!
Clicca Qui per avere la mappa di Skansen

  • SHOPPING VINTAGE A SOFO

Stoccolma + Vintage = 100% soddisfazione.
Se siete amanti della creatività, dei capi dal sapore retro’ e di occasioni imperdibili, il quartiere Sodermalm non vi deluderà.
Qui si trova Sofo – acronimo di South of Folkungagatan – zona caratterizzata da un’tmosfera Bohemienne in cui negozietti di abiti second-hand o vintage, oggetti degli anni che furono e accessori particolari  la fanno da padrone.
Quindi, scendete con la metro a Medborgarplatsen e cominciate a perdervi tra le viuzze e i negozi.
Il mio preferito è Grandpa, ci si trova di tutto: abiti nuovi ma dallo stile vintage, capi di seconda mano, pezzi d’arredamento unici, persino una bicicletta.

IMG_7704

Grandpa – Södermannagatan 21

  • MUNICIPIO (Stadshuset)

Luogo in cui ogni anno vengono consegnati i Premi Nobel, il Municipio è un edificio stupendo e tutto da visitare.
Non solo, avete presente le foto di Stoccolma, quelle famose che mostrano la città dall’alto in tutto il suo splendore? Beh, se salirete sulla torre – alta 106 metri – potrete avere la vostra personalissima inquadratura su questa meravigliosa città affacciata sul mare. Ne vale la pena, non pensate?
FullSizeRender 3
Se avete in mente di vedere diverse attrazioni come il Fotografiska, il Moderna Museet, andare al Municipio, Skansen ecc., quello che mi sento di consigliare assolutamente è di fare la Stockholm Card. Mi è stato detto che esisterà fino a Dicembre 2015 per poi venire sostituita da qualcos’altro (non mi hanno detto cosa, sorry, ma penso sia dello stesso valore e uso).
Questa card permette di avere accesso a ben 75 attrazioni della città, utilizzo dei mezzi pubblici, tour in barca, bici e bus.
Si puo’ fare di 2, 3 o 5 giorni e i prezzi variano da 765 SEK (circa 77 Euro) a 1100 SEK (circa 110 Euro).
Considerate che visitare un museo, ad esempio quello della fotografia costa 120 SEK (circa 12 Euro) e il prezzo per un biglietto giornaliero per i trasporti costa sui 115 SEK (circa 12 Euro).

COSA MANGIARE

Il salmone è spaziale, fatto in ogni modo: scottato alla griglia, in insalata, crudo.
Un posto carino dove mangiarlo è sicuramente in uno dei ristorantini all’aperto (se le temperature lo consentono) di Kungstradgarden, la piazza con fontana luogo d’incontro per tanti Stockholmers.
Le famose polpette, lontanissime dal modello Ikea, servite con verdure e i mirtilli rossi che conferiscono al piatto quel qualcosa di particolare per il quale le vostre papille gustative ringrazieranno.
Dove mangiarle? Da Meatballs, dove se no? Si trova in Nytorgsgatan, 30.
I dolci. Qui si apre un capitolo a parte, gli svedesi sanno fare Fika, non si discute. Non sorridete, fare Fika è un must se si va a Stoccolma. Che significa? Merenda! Vuol dire entrare in una delle innumerevoli caffetterie/pasticcerie, sedersi comodi ad un tavolo, ordinare qualcosa da bere come un the accompagnato da un dolcetto alla cannella o al cardamomo e godersi il momento.
Il migliore, non provato personalmente ma consigliato è Vete Katten, vicino alla stazione centrale.
Era pure vicino (accanto!) all’HTL, l’hotel in cui ho soggiornato ma niente, non ce l’ho fatta. Motivo valido per ritornare!
I prezzi a dirla tutta, pensavo fossero molto più elevati. Ero reduce da racconti di amici che erano stati nei Paesi scandinavi ed erano stati prosciugati assurdamente per mangiare 2 scemate. Invece qui, un piatto completo – ad esempio salmone, verdure varie come patate, pomodori, insalata – costa intorno ai 15/18 Euro.
Se optate per un ristorante vero e proprio, i prezzi possono salire ovviamente.

NIGHTLIFE

Non sono una “viveur” notturna, pero’ ho avuto il piacere di andare a Trädgården, un club all’aperto ideato sotto ad un ponte aperto durante l’Estate. Il posto è adatto a tutti, non è ne fighetto ne shabby.

La musica varia dal Funky Beat, Indie, House ed elettronica, ce n’è un po’ per tutti. Ma quello che mi è piaciuto di più è stata l’atmosfera molto Berlinese e vivace, la gente seduta sugli enormi gradoni a parlare bevendo una birra e il fatto che ci sia un’area “sagra” – passatemi il termine, ma sembrava proprio una sagra – con tanto di tavoloni e bancone in cui ci si mette in fila per ordinare un panino. Molto figo.
Un suggerimento? Fatevi mettere in lista per non dover fare una coda interminabile all’entrata – email: info@husetunderbron.se
Non posso suggerire altri posti altrettanto cool perchè non ho avuto modo di provarne altri, ma in ogni caso, sappiate che Stoccolma offre una varietà di locali incredibile, basta passeggiare per la città per vedere quanto la gente, dopo l’orario di lavoro e nei week-end, ami vivere e divertirsi.

Concludendo, posso banalmente affermare che questa città è stupenda. Mi ha centrato il cuore e vorrei tornare soprattutto per vedere tante cose che il poco tempo non mi ha permesso.

Per maggiori informazioni sulla capitale vi invito a dare un’occhiata al sito www.visitstockholm.com nel quale sono presenti informazioni utili, indirizzi e tanto altro.

E voi siete mai stati a Stoccolma? Ci andreste? Quali attrazioni vi sono piaciute di più? Se avete altri consigli o suggerimenti, lasciatemi un commento, i lettori saranno felici di leggere i vostri pareri!

10 commenti su “Stoccolma – Mini Guida e Consigli Pratici

  1. Se già era in programma un week-end a Stoccolma ora ancora di più😉 Che voglia di vedere una città così diversa, ricca di arte, musei e decisamente green. Spero di andarci presto,nel caso ti chiederò sicuramente un sacco di dettagli. Buoni Viaggi Monica

    Mi piace

  2. Ciao Elisa. Grazie al tuo articolo ho capito che questa esperienza è stata soprattutto un incontro di luoghi e di persone: vissuto innanzitutto ancor prima di renderlo intelligibile. Se ogni viaggio fosse stimolato dalla passione che trasmetti nel raccontare le tue esplorazioni partirei sempre convinto d’affrontare un’avventura indimenticabile.
    A presto.

    Mi piace

    • Ciao Andrea!
      Grazie, fa davvero piacere leggere un commento cosi’!
      Si, questa è stata davvero un’esperienza resa memorabile dai luoghi ma ancor prima dalle persone. Io sono stra-convinta che i viaggi riusciti siano tali soprattutto grazie agli incontri che si fanno lungo la strada. La condivisione è tutto!
      Ancora grazie e a presto!!

      Mi piace

  3. Premetto che non sono mai stata nel Nord Europa, ma riconosco che la faccenda qui si complica: volevo andare a Tallin, ad Amsterdam, in Finlandia, a San Pietroburgo e in Islanda. La meta del nord l’avrei scelta tra quelle opzioni che ti ho citato. Poi arrivi tu e scrivi così bene di Stoccolma… e io penso: caspita, c’è Stoccolma…. ergo, ora devo scegliere con una città in più. Non ce la farò mai!!! Bisogna che mi metta all’opera prima di leggere un post su qualche altro luogo del nord che non avevo ancora considerato ma che merita!!!…
    Un abbraccio!!!

    Mi piace

    • Ciao!!
      Eh si, mi dispiace ma alla tua super lista bisogna decisamente aggiungere Stoccolma, merita davvero. Ha un fascino tutto suo dato dal mare, dai colori e dai luoghi.
      Certo che anche le altre mete che hai indicato non sono proprio male… scelta ardua in effetti!
      Fammi sapere quale sarà la tua scelta finale!
      un abbraccio a te🙂

      Liked by 1 persona

  4. Ciao Elisa, ritorno a leggere questo articolo dopo esserci stata anch’io a Stoccolma. Ti avevo già letta prima di partire ed inutile dire che se sei stata molto utile per organizzare le nostre 24h a Stoccolma!
    Ci siamo arrivati dopo 13 giorni di viaggio on the road Stoccolma-Oslo-Capo Nord…una meraviglia ma anche una certa fatica!
    Stoccolma per noi è stata come ritrovare la serenità, la bellezza della vita in città con tutti i lati positivi del Nord Europa…un bel “caos calmo”! Non avendo avuto troppo tempo a disposizione abbiamo dovuto fare alcune rinunce, ma sappiamo che prima o poi ci torneremo con più calma perché Stoccolma ti resta decisamente nella testa e nel cuore… e poi quei panini dolci al cardamomo mi appaiono ancora in visione la mattina prima della colazione!
    Ti aspetto sul mio blog per confrontare le nostre esperienze,
    un abbraccio, Mery

    Liked by 1 persona

    • Ciao Mery!
      Sono stra-contenta che ti sia piaciuta e che in qualche modo anche il mio post possa aver dato qualche aiutino!
      Stoccolma io ce l’ho nel cuore, ci andrei a vivere adesso se potessi!
      I panini dolci al cardamomo – no comment! li sogno anche di giorno!
      Verro’ presto sul tuo blog a leggere le tue esperienze, m’incuriosisce molto il tuo tour per il nord europa.

      Un abbraccio a te!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: