Essere “normali” e viaggiare? Yes you can!

yes-you-can-web

Non sono una viaggiatrice professionista, non guadagno con questo blog, ho un lavoro normale, una vita normale. Mi piace uscire, mangiare fuori e bere un paio di bicchieri di birra o vino nei week end.

E poi amo viaggiare, sopra ogni cosa. Adoro scoprire, provare l’adrenalina che solo un viaggio sa dare, perdermi in nuove città, guardare, assaggiare.

Spesso mi sento dire quanto sia fortunata a fare i viaggi che faccio, quando mi si chiede “che fai per le ferie?” e rispondo “ma… andrò prima in Thailandia, poi a Bali e poi di ritorno faro’ un salto a Muscat” le persone mi guardano con lo sguardo MUCCA-DAVANTI-AL-TRENO. Mi dicono “Uau, come vorrei anche io!”.

Ma la sapete una cosa? Tutti possono farlo.

impossible

 

In molti, moltissimi, blogger che scrivono di viaggi sono nomadi professionisti. Viaggiano zaino in spalla e in quello zaino riescono ad infilare quasi ogni cosa in loro possesso. Un giorno sono a Londra, un altro a Tokyo, un altro ancora a Sidney e noi, persone “ordinarie” e normali non possiamo che leggere, sognare e pensare quanto sia romantico e incredibile… e ci convinciamo che non potremmo mai farlo…
Vediamo queste persone che vivono di avventura ed eventi pazzeschi come vediamo Vivian di Pretty Woman che da squillo alle prime armi diventa la regina del mondo di Edward, ricchissimo imprenditore che si scopre ad amarla.

Impossibile.

Perchè succede?  Perchè la nostra mente elabora delle false idee/associazioni sul vivere una vita piena di viaggi e cominciamo a credere che:

- Per viaggiare, devi essere ricco.
– Devi essere single per partire quando vuoi e andare dove vuoi, senza preavviso.
– Devi essere coraggioso per viaggiare.
– Non devi avere respondabilità.

Ci si convince che non potremmo mai essere una di “quelle persone” perchè abbiamo un lavoro, un debito, una famiglia, il cane, il gatto, i pesci e alla fine ci piace avere il posto fisso, la macchina, il motorino, la casa nostra.

Ma indovinate? Queste false idee sono effettivamente false idee. Si puo’ viaggiare senza essere ricchi e single. Si puo’ viaggiare senza essere particolarmente avventurosi. E ancora, si puo’ viaggiare senza per forza dare un calcio alle responsabilità.

Viaggiare non deve essere uno stile di vita per tutti. Puoi essere un uomo/donna d’affari e comunque avere la passione dei viaggi. Puoi lavorare 8 ore al giorno e scoprire il mondo lo stesso, se è questo che vuoi.

La chiave è quello che si vuole.

Vuoi lasciare il lavoro e fare il giro del mondo senza una data di arrivo? Fallo.

Ma se ti piace avere la tua macchina, il tuo letto e un posticino che puoi chiamare “casa” questo non significa che devi sacrificare i tuoi sogni di viaggiatore. Non dev’essere un “o cosi’ o cosi’, non si puo’ fare ed avere tutto nella vita”.
Perchè si possono avere entrambi.

Ok, non sono qui per dire che è facile. Perchè in certi casi non lo è. Se hai un lavoro pieno e non riesci mai a prendere un giorno di ferie, se hai una famiglia, bollette e tasse da pagare e il tuo stipendio è li li per scomparire ogni mese, puo’ essere difficile combinare i viaggi con la vita di tutti i giorni. Poi ci sono i pensieri, le preoccupazioni e mille altri eventi che possono colpire chiunque e in ogni momento, si sa che la vita è birichina.. Pero’ non ci si puo’ nascondere dietro questi possibili pensieri, possibili preoccupazioni e possibili eventi che forse potrebbero capitare.

Quindi, se il vostro è uno spirito traveller e nonostante tutto sognate di imbarcarvi in una nuova avventura in ogni occasione possibile, ecco una serie di suggerimenti per trasformare la vita ordinaria in straordinaria:

1. Comincia a risparmiare ora. Non è mai troppo preso per cominciare a risparmiare per un viaggio. Anche solo 20 Euro alla settimana, sarai felice del gruzzoletto accumulato dopo qualche mese.

2. Pianifica la vacanza dei tuoi sogni. Anche se non potrai farla subito, pianificare una vacanza ti da qualcosa su cui focalizzarti. E’ un obiettivo stimolante! Alcuni dei miei viaggi più belli sono cominciati un anno prima di partire.

3. Tieni d’occhio le offerte. Specialmente se hai cominciato a mettere via i soldi per un grande viaggio, puoi tenere d’occhio le offerte degli Hotel, delle compagnie aeree. Non si sai mai che l’offerta e l’affare perfetto possa capitare! Iscriviti alle mailing list delle compagnie aeree che volano la tratta per la tua destinazione, puo’ aiutarti a scovare sconti, promozioni speciali ecc.

4. Non aspettare che qualcuno si aggiunga a te. Specialmente se lavori tutto il giorno e hai amici o parenti nella stessa situazione, potrebbe essere difficile coordinarsi per una vacanza e spesso si rischia di non arrivare a niente. Questo non vuol dire che non va bene pensare di partire col proprio moroso/fidanzato/marito/amico, ma solo che si puo’ introdurre la parola SOLO in un viaggio.

E… alla fine della giornata…

Non crearti delle scuse.
Se davvero i viaggi sono la tua passione più grande, se davvero vuoi viaggiare di più e di più ancora, il primo step è mettere da parte le scuse e cercare di fare in tutti i modi quello che ami fare. Volere è potere, l’avrete già sentito da qualche parte…..

Chi sono io per dire che volere è potere? Beh, sono una persona normale, che ha un lavoro normale con uno stipendio più che normale. Prima di avere un lavoro studiavo e si sa che la vita di uno studente è una vita fatta di stenti, per questo facevo lavori occasionali come barista, hostess, promoter… e tutto per raccimolare quei soldi che mi hanno portata in Kenya, in Thailandia, su e giù per l’Europa…

Se posso io, possono tutti. Se puoi sognarlo, puoi farlo.

 

About these ads

19 Comments on “Essere “normali” e viaggiare? Yes you can!

  1. La fatica che comporta decidere e ancor più organizzare fa pensare che quel che gli altri fanno per te sia impossibile. Uscendo dalla retorica che a volte si nasconde dietro volere è potere sono d’accordo con te che quantomeno volere è la base per sognare. Bell’articolo “motivazionale”. Brava!

    Mi piace

    • Ciao Ivan!! Fatica? Noo, piacere dai! E poi se di fatica si tratta è sempre ripagata da bellissimi viaggi, non trovi?
      … E si, “volere è potere” sa un po’ di retorica, pero’ è anche vero che se limitiamo questa frase ai viaggi, e a questo post, rimane alla portata di tutti!
      Grazie per il tuo commento! :)
      un abbraccio!

      Mi piace

  2. Ciao! : )
    Sono arrivata qui con un tweet. Bellissimo questo post… e verissimo direi. A volte ci perdiamo nell’indecisione, nelle scuse più assurde, invece basta volerlo! Anche a costo di partire da sola, come hai scritto te. Io l’ho fatto ed è stata un’esperienza grandiosa. Un viaggio nel viaggio, per scoprire per prima me stessa :)

    Mi piace

    • Erikamelie! Come suona bene!
      Magia dei tweet che ti ha portata qui direi! Grazie per il commento!
      Sono curiosa sul tuo viaggio da sola… Dove sei stata? Come ti sei trovata?

      Mi piace

      • Grazie a te! ^_^
        Non conoscevo il tuo blog… santo Twitter che ha rimediato!
        Irlanda: la sognavo da una vita e in un momento difficile ho preso, fatto il biglietto e 10 giorni dopo ero lì. Bellissimo… magari per un viaggiatore vero, di quelli zaino in spalla in giro per il mondo è una cosa da nulla, ma per me ha significato tanto. Da qualche parte bisogna pur iniziare… e io lì, di fronte all’Oceano, con il Natale alle porte, mi sono sentita davvero bene con me stessa. E ho capito che se una passione è forte e autentica, supera tutto e va assecondata. :)

        Liked by 1 persona

      • Beh, mica male eh!
        L’Irlanda è strepitosa e offre paesaggi unici che aiutano a rafforzare le emozioni in un viaggio in solitaria.. Se poi si sta bene con se se stessi diventa un’esperienza unica e importantissima. È sempre difficile trovare un “momento” per rimanere soli e pensare a tutto quello che ci lasciamo dietro e secondo me è molto importante e utile riuscire a ritagliarsi più di qualche istante al giorno. Un viaggio così puó essere miracoloso! :)

        Liked by 1 persona

  3. Come sempre, bellissimo articolo che condivido in pieno. Frequentando ancora l’università, non ho ancora una vita piena di responsabilita’ economiche e problemi legati al lavoro che mi impediscano di viaggiare, tuttavia ho l’esempio dei miei genitori. Appassionatissimi di viaggi come me, non si sono mai tirati indietro dall’organizzare qualche partenza per mete lontane, e questo spinge anche me a cogliere ogni opportunità che mi capita per partire (viaggi legati all’istruzione, viaggi di piacere…) :)

    Mi piace

    • Angy! Ciao!
      Grazie mille per il commento :)
      Vedi? Se è la passione che spinge, il modo si trova!! E Anche da studentessa, che siano legati all’istruzione o di piacere rimangono sempre grandi esperienze che si ricorderanno per sempre. Mai smettere!!

      Mi piace

  4. “Non crearti delle scuse”, credo che sia il consiglio più importante! Molta gente che dice “come vorrei poterlo fare anch’io” in realtà non vuole, o meglio: ha delle altre priorità. A me ciò dà un po’ fastidio, perché non c’è nulla di male a volere altro, basta essere onesti con sé stessi, ma forse pensano di essere meno interessanti se lo ammettono…mah!
    Eppure è tanto facile, io ora che ho un gatto, il posto fisso, una macchina, un motorino e la casa di proprietà, viaggio molto più di prima :-p

    Mi piace

    • Alessio ciao!
      Come sono d’accordo con te, la gente che dice così ha delle altre priorità, e per l’amor del cielo, non c’è niente di male! basta davvero essere onesti con se stessi, dire “beato te”, “come vorrei anche io” senza manco provarci non ha molto senso.. Ed è vero che infastidisce un pochino! :)
      Grazie per il tuo commento, sono contenta di trovare chi la pensa così e lo dice così bene!

      Mi piace

  5. Condivido a pieno questo post! Anche a me dicono sempre “Eh bello, sei sempre in giro! Tu si che sei ricca…” -.-‘ MAGARI!!
    Sicuramente sono ricca di esperienze e di emozioni che solo i viaggi possono regalare!

    Mi piace

  6. Hallo!!! Quoto in toto il tuo post ed anche i commenti di qui sopra. Io ho avuto la fortuna di avere una mamma che ama viaggiare e scoprire altre culture come me (probabilmente l’ho proprio ereditato da lei). Purtroppo non ho un lavoro ma mettiamo da parte i soldi volta per volta per poterci regalare un viaggetto ogni tanto. Non ci vuole poi molto, in questo caso volere è davvero potere. Basta rinunciare a delle piccole cose. Vero che ognuno ha le sue priorità e sono indiscutibili però quando senti che ti dicono che sei fortunata e piena di soldi solo perché fai una gita ogni tanto spesso e volentieri ti viene da rispondergli male. ;-)
    Mchan
    Ps: anche se è vero che siamo fortunate e ricche, ma non di quello che pensano loro. ;-)

    Mi piace

    • Ciao Mchan!
      Vero, in questo caso volere è potere, basta desiderarlo e mettersi dietro. I viaggi ripagano sempre l’impegno!
      Ricche?? Si, ricchissime, come dici tu!
      un bacio!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 893 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: